Confedercontribuenti: crisi agricola necessario cambiare rotta per la ripresa

Tra i settori che registrano per vari motivi il peso della crisi c’è l’agricoltura, analisi ed intervento del presidente nazionale di Confedercontribuenti  Carmelo Finocchiaro.

Sono anni che la parola “crisi” fa parte del vivere quotidiano. Crisi significa improvvisa perturbazione nella vita con effetti più o meno gravi ovvero fase del ciclo economico con calo della produzione, disoccupazione e  crollo dei prezzi.

Questa fase sembrerebbe non terminare e nel settore primario sta registrando molti problemi.

L’agricoltura per molti anni purtroppo sarebbe stato terreno fertile per truffe e imbrogli legati ad assunzioni fittizie, indennità di disoccupazione, contributi economici impiegati male a cui si sarebbe aggiunta la criminalità.

“L’agricoltura ha bisogno di un cambiamento di rotta. Per essere più competitivi sul mercato  deve essere gestita non più da piccoli agricoltori ma da grandi imprenditori  prendendo esempio dalla Spagna. Naturalmente nei casi di infiltrazioni e frodi operate da organizzazioni vicini alla malavita si chiede più controllo ma soprattutto pene certe e la sburocratizzazione degli iter di risarcimenti per consentire una rapida ripresa. Siamo in contatto costante con l’ufficio del commissario straordinario antiracket, il dott. Cuttaia, affinché anche attraverso i Prefetti non venga abbassata la guardia. L’agricoltura, come tutti i settori della nostra economia, deve prendere la rotta della legalità e rispetto delle regole da parte di tutti” – dichiara Carmelo Finocchiaro che ieri sera ha partecipato ad un incontro in programma  a Vittoria nella serra di Piazza Gramsci.

Annunci

LIBERO GRASSI, IMPRENDITORE CORAGGIO ED ESEMPIO ANCORA VIVO PER TUTTI

Siamo a 26 anni dalla tragica morte di Libero Grassi, imprenditore-coraggio nato a Catania ed ucciso da “Cosa Nostra” all’età di  67 anni a Palermo per essersi opposto al racket. 

“Se tutti si comportassero come me,non si distruggono le aziende,ma gli estorsori” – questa una delle tante frasi-denuncia di Libero Grassi.

Libero Grassi  non aveva peli sulla lingua e mettendoci la faccia senza se e senza ma  perseverava nella sua lotta per la legalità.

“Noi di Confedercontribuenti  abbiamo i valori  per i quali  questo grande uomo ha lottato sino alla morte.  Noi continueremo la nostra vocazione di supporto a chi sceglie di essere LIBERO promuovendo tutte le azioni che mirano ad educare alla legalità ma anche spronare le istituzioni affinché la giustizia non sia legata a numerosi cavilli burocratici che portano a desistere  alcune volte dalla denuncia. Come diceva Libero nelle sue numerose campagne mediatiche:  – Io non sono pazzo a denunciare non pago perché non voglio dividere le mie scelte con i mafiosi, perché io ho fatto semplicemente il mio mestiere di mercante” – interviene Carmelo Finocchiaro presidente nazionale di Confedercontribuenti nel ricordo di Libero Grassi.

 

CONFEDERCONTRIBUENTI: LA NOSTRA VITA VALE DI PIÙ

Comunicazione importante di Confedercontribuenti per il periodo di ferie

Dal 14 agosto al 3 settembre 2017 a causa della chiusura per ferie di molti uffici pubblici ed assenza di molti professionisti e volontari la nostra operatività potrebbe subire un rallentamento.

Confermando però lo spirito della nostra associazione, avvisiamo che la nostra LINEA AMICA sarà comunque attiva: la vita di ognuno di noi non va in ferie!

linea amica confedercontribuenti

Pur essendo consapevoli che i problemi legati alla crisi non vanno in ferie, sproniamo tutti a dare uno stacco concedendosi una passeggiata nelle proprie città, fuori porta, rigenerare lo spirito nei luoghi di culto o partecipare alle serate organizzate nei propri comuni.

L’importante è tenere bene in mente che LA NOSTRA VITA VALE DI PIU’ e farla finita non risolte alcun problema anzi li aumenta.

CONFEDERCONTRIBUENTI c’è e ci sarà a fianco dei contribuenti italiani.

CONFEDERCONTRIBUENTI: PER CONTRASTARE CRISI AGRICOLA E ASTE GIUDIZIARIE NECESSARIA UNIONE ED ATTI CONCRETI DELLA POLITICA

Ad Acate nel ragusano assemblea sul tema delle aste giudiziarie e crisi agricola con la partecipazione del presidente nazionale di Confedercontribuenti Carmelo Finocchiaro accompagnato dal presidente Confedercontribuenti – Sicilia Avv. Bruno Viaggio.

Roma, 1 luglio 2017 – Questa mattina il movimento “Altragricoltura”, presieduto da Maurizio Ciaculli, – responsabile nazionale Confedercontribuenti antiracket e antiusura, ha promosso un incontro ad Acate nel ragusano presso il Castello dei Biscari per dar seguito alle rivendicazioni e far fronte comune sulla grave crisi agricola e le conseguenze disastrose delle aste giudiziarie. Intervenuta a sostegno dell’iniziativa Confedercontribuenti con la presenza del presidente nazionale Carmelo Finocchiaro e il presidente Confedercontribuenti Sicilia l’avv. Bruno Viaggio.

Il presidente Finocchiaro a seguito dell’assemblea ammonisce: – “ Non servono i professionisti dello sciopero della fame. Servono proposte di coinvolgimento delle istituzioni. C’è uno strumento legislativo buono, la legge 3/2012 ma è necessario che i comuni si facciano promotori degli OCC (Organismi di Composizione della Crisi) ed invito il sindaco di Acate a farsi promotore di tale iniziativa”.

Confedercontribuenti è disponibile a dare un supporto, coinvolgendo tutti senza strumentalizzare la battaglia.
Agli agricoltori il presidente Finocchiaro lancia un monito: – “Non vi isolate, la battaglia è comune. Dai parlamentari servono atti concreti di opposizione al patto commissario, sfratti ed esecuzioni. Non servono neanche disegni di legge perché non sarebbero discussi ma modifiche con emendamenti su altri decreti in discussione in Parlamento o lavorare sull’approvazione della proposta Paglia   che prevede  l’estinzione agevolata dei debiti pregressi insoluti sia delle persone fisiche e che  delle piccole e medie imprese verso gli istituti di credito”.

ACCOLTA LA RICHIESTA DI CONFEDERCONTRIBUENTI, NOMINATO COMMISSARIO ANTI RACKET E ANTI USURA

Roma, 24 dicembre 2016 – Durante il 6. CDM del Governo Gentiloni, il Ministro dell’Interno Minniti su proposta del Presidente del Consiglio ha nominato  il dott. Domenico Cuttaia , già prefetto di Venezia, Commissario Straordinario anti racket ed anti usura.

Il dottor Cuttaia, nato ad Agrigento nel 1953 si è laureto in Giurisprudenza e porta con se l’esperienza emotiva provata nel territorio veneto a causa della crisi economica.

“Siamo soddisfatti che grazie alla nostra perseveranza e diplomazia siamo riusciti a sollecitare la nomina del commissario straordinario anti racket e anti usura. Ringraziamo chi si è prodigato in vari modi affinchè come richiesto dalle nostre missive anche chi sceglie la strada della legalità  possa trascorrere delle serene festività. Auguriamo un buon lavoro al neo commissario e la nostra disponibilità nella lotta al vortice del racket ed usura si criminale che bancaria” – il commento di Carmelo Finocchiaro presidente nazionale di Confedercontribuenti.

CONFEDERCONTRIBUENTI, L’ONOREVOLE ALBANELLA DEL PD PRESENTA OGGI INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA SULLA NOMINA DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO ANTI USURA E ANTI RACKET

L’onorevole Albanella del PD, molto attenta ai problemi sociali  non lascia nulla al caso ed ha fatto sue le richieste di Confedercontribuenti in rappresentanza della numerose vittime di usura e racket che attendono da fine luglio la nomina del Commissario straordinario anti usura e anti racket.

Roma, 21 dicembre 2016 – Questa mattina  l’onorevole Luisa Albanella del PD presenta una interrogazione a risposta scritta circa la nomina del commissario straordinario anti usura e anti racket.

Linterrogazione parlamentare consiste nella domanda rivolta per iscritto da un parlamentare al Governo o ad un Ministro per verificare la conoscenza di una determinata situazione ed eventualmente quali misure si intendono adottare.

A seguito delle missive e comunicati inoltrati a firma del Presidente Nazionale di Confedercontribuenti, l’onorevole Albanella che era presente anche al convegno nazionale  “Contro tutte le Usure” organizzato lo scorso marzo alla Camera dei Deputati ha dato seguito al suo impegno a favore di chi lotta per affermare la legalità.

“L’usura è un fenomeno diffuso in tutta Italia che da sempre purtroppo accompagna la storia dell’uomo ma non per questo dobbiamo accettarla. Dobbiamo perseverare nella  lotta al fenomeno del racket e dell’usura che prevede da un lato azioni e misure repressive nei confronti di coloro che gestiscono le attività illegali e dall’altro il sostegno delle istituzioni e delle leggi dello Stato alle vittime. Purtroppo  da luglio 2016 si sono accumulate una serie di pratiche sul tavolo vacante del Commissario Straordinario anti usura e anti racket, già gravate da lungaggini burocratiche, a cui sono legate le speranze e il sostentamento di chi ha deciso la strada della legalità. Abbiamo il dovere di  far uscire dal disagio gli imprenditori e le famiglie che desiderano ripartire liberi dal vortice dell’usura e racket” – commenta questa mattina l’onorevole Albanella.

Il presidente Finocchiaro ha commentato così: “Un grazie di cuore all’On. le Luisa Albanella del PD per la sensibilità ad una battaglia di Confedercontribuenti per la legalità. L’interrogazione parlamentare che presenterà questa mattina  sollecita e pone l’urgenza affinché sia nominato subito il Commissario Antiracket e Antiusura. Le vittime non possono più aspettare. E da Luglio che tutte le pratiche sono bloccate”.

 

NOMINA COMMISSARIO ANTI-RACKET E ANTI-USURA, CONFEDERCONTRIBUENTI NON SI FERMA E SCRIVE AL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Confedercontribuenti non dimentica gli impegni presi con chi prende la strada della legalità e continua a sollecitare nomina del commissario straordinario anti-racket e anti-usura

Roma, 16 dicembre 2016 – Dopo aver scritto al Presidente della Repubblica, il presidente nazionale di Confedercontribuenti non si ferma nella tutela e supporto di chi scegliela legalità  e invia missiva al neo presidente del Consiglio onorevole Paolo Gentiloni e a tutto il consiglio dei ministri affinché venga nominato il Commissario straordinario Anti -racket e anti-usura la cui sede è vacante dal luglio 2016.

Il testo della missiva nella sostanza è simile a quello della lettera inoltrata qualche giorno fa al Presidente della Repubblica Mattarella.

“Augurando al neo Presidente e a tutto il Consiglio un buon lavoro a favore della nostra nazione,  mi sono fatto portavoce delle  speranze e soprattutto  del disagio di imprenditori e famiglie che desiderano ripartire dal punto di vista imprenditoriale e lavorativo, in molti casi gravati anche da procedure esecutive, sollecitando la rapida nomina del commissario straordinario” – dichiara il Presidente nazionale di Confedercontribuenti Carmelo Finocchiaro.

per-cdm